Le erbe aromatiche della Provenza

Le erbe aromatiche della Provenza Adobe Stock

Le erbe aromatiche della Provenza

Guidando per la Provenza durante l’estate, si è circondati da una fragranza unica di timo, rosmarino, origano e altre erbe aromatiche tipiche del Mediterraneo. Possono essere utilizzate durante tutto l’anno per insaporire i cibi e conferire ad ogni piatto una straordinaria nota mediterranea.

Erbe aromatiche della Provenza (Herbes de Provence) non è una denominazione di origine protetta né una miscela specifica: qualsiasi giardiniere, cuoco e banco del mercato ha la propria miscela. Le piante spesso provengono dai paesi dei Balcani o del Nord Africa. Tuttavia, nella miscela ci sono sempre basilico, santoreggia, foglie di alloro, origano, rosmarino e timo. Tra gli chef, la lavanda è argomento di discussione: “troppo saponata” per alcuni, “meravigliosamente floreale” per altri. La cucina provenzale inserisce nella miscela anche dragoncello, finocchio, cerfoglio, maggiorana e/o salvia, a seconda delle preferenze dello chef o della scelta disponibile in giardino.

Le erbe aromatiche della Provenza sono perfette per piatti di cacciagione o pollame, piatti di carne e pesce alla griglia e zuppe di verdure. Se il cibo viene bollito, le erbe aromatiche possono essere legate in un piccolo mazzetto, in modo che sia più semplice rimuoverle dopo aver cucinato il piatto. Se le pietanze vengono arrostite, le erbe aromatiche possono essere liberamente cosparse sopra e sotto il cibo. Come è facile immaginare, le erbe aromatiche della Provenza hanno un sapore migliore se sono fresche, ma anche quelle essiccate continuano ad avere tantissimo sapore, in grado di portare in cucina il profumo del Sud della Francia.

Testo: Rainer Meier

 
DE FR IT