Navarra

 Vino di stagione Getty Images/Lonely Planet Images

Navarra

Un tempo regno glorioso, la regione di Navarra, nel nord della Spagna, è da allora rinomata in tutto il mondo per i vini pregiati.

La regione autonoma di Navarra, situata nel mezzo della Spagna settentrionale, è caratterizzata a nord-ovest dalla costa atlantica ripida, rocciosa e spesso sferzata da venti di tempesta, a nord-est dalle innumerevoli vallate dei Pirenei e dalle loro colline, dal bacino asciutto nei pressi di Pamplona e a sud dalle rive del fiume Ebro. Questa descrizione piuttosto concreta riflette la naturale varietà di vini prodotti in questo antico regno (824-1841).

Persino i Romani producevano vino in Navarra. Tuttavia, dopo che la regione venne occupata da una rapida alternanza di numerosi governanti, ognuno amante di bevande diverse, la produzione vinicola si arrestò per molto tempo. Si dovette attendere fino al dodicesimo secolo perché si riprendesse finalmente la produzione di vino, quando i monaci di Cluny sulla Loira e Cîteaux in Borgogna fondarono dei monasteri in Navarra. Le tracce di questo passato sono visibili ancora oggi sulla strada del vino “Ruta de los Vinos de Santiago”, percorso che costeggia il Cammino di Santiago, tra i più noti cammini di pellegrinaggio del mondo, che si snoda attraverso numerosi villaggi meravigliosamente conservati, chiese, monasteri, palazzi e cantine.

Le cinque regioni viticole di Navarra si estendono oggi per oltre 15.280 ettari fino a sud di Pamplona. La regione produce principalmente (70 per cento) vini rossi forti e corposi dalle antiche varietà di uve spagnole Tempranillo e Grenache e le moderne varietà francesi Cabernet Sauvignon e Merlot. Circa il 25 per cento della produzione è riservata ai vini rosé freschi e fruttati (Rosado o Clarete) e un buon cinque per cento ai vini bianchi secchi con note floreali prodotte con uve Chardonnay e Viura, nonché ai vini dolci Moscatel.

Navarra vanta una delle leggi in materia di vino più liberali di Spagna, motivo per il quale è possibile trovare esemplari di quasi ogni tipologia di vino: vini monovitigno e vini spumanti in ogni possibile abbinamento, vini tipici meravigliosamente datati e vini moderni, vini prodotti da viti di oltre 70 anni e da viti “giovani” di tre anni. La varietà di vini rossi spazia dai “pesi massimi” giovani e taglienti fino ad arrivare ai Gran Reservas provenienti da singoli terreni (Pago in spagnolo) maturati nel legno per più di 36 mesi e che possono essere bevuti dopo almeno dieci anni, sebbene, una volta maturi, riescano a mettere in ombra molti vini Bordeaux in quanto a eleganza, complessità e setosa morbidezza. Purtroppo, molti vini bianchi vengono prodotti anche in barrique, metodo che li priva delle note fruttate. Fortunatamente, oggi le cose stanno cambiando: un numero impressionante di donne altamente specializzate lavora sia nelle aziende vinicole a conduzione familiare sia nelle cooperative. In questo modo non solo riducono il tempo di conservazione del vino nelle botti, ma stanno anche progressivamente ripiantando le antiche varietà di uve. Il miglior risultato di questo lavoro risiede nel numero sempre più elevato di vini esportati, che si rendono così disponibili fuori dalla regione di Navarra. 

Testo: Rainer Meier

Per ulteriori informazioni visitare il sito Internet navarrawine.com (spagnolo, inglese, tedesco)

 
DE FR IT